giovedì 18 aprile 2013

Oreo Cake Pops

Quanti dolci, dolcini e dolcetti esistono? Oh mamma! una miriade ...


Questi sono cake pops, le torte nello stecco.
Ormai non è più una novità, ma a me non era ancora capitato di farli. In questo caso i miei cake pops sono fatti con biscotti "oreo" (tipo i ringo) sbriciolati e poi impastati con la philadelphia e infine glassati con le classiche Candy Melts, oppure con del semplice cioccolato fuso.

Oreo cake Pops
24 biscotti oreo
75 gr philadelphia nel panetto
1 pkg di candy melts * (le trovate qui, ma sono opzionali), oppure cioccolato fondente, o a latte, o bianco (in questo caso potreste aggiungere un pò di miele per rendere il cioccolato un pò più cremoso)
Vi serviranno anche:
- Stecchi da cake pops (ovvero bastoncini su cui infilzare i cake pops, li trovate qui, andranno benissimo anchegli stecchi da spiedo!!)
- Un bicchiere profondo, che possa contenere i candy melts sciolti e vi lasci lo spazionecessario per infilarvi dentro tutta la pallina per ricoprirla ben, bene.
- Un pezzo di polistirolo dove poter infilzare i cake pops per farli asciugare.

I cake pops sono semplicissimi da fare. Come dicevo non sono altro che panettoni o biscotti sbriciolati, impastati con qualcosa di cremoso, che sia philadelphia come nel nostro caso, oppure nutella, o ganache fa lo stesso, l'importante è bilanciare bene le due cose, perchè se si metterà troppa crema nell'impasto, le palline non si formeranno, bensì scivoleranno via, se invece non sarà abbastanza, le palline si romperanno perchè troppo asciutte!!
E allora??
La dose che vi ho dato è collaudata, ma credetemi se ho scritto 75 gr di frosting (philadelphia) e non 80 gr (ovvero il peso di un panetto intero) c'è un motivo!!

Procedimento
Prendete i biscotti e metteteli nel mixer e sbriciolateli ben, bene. Si formerà una polvere di molliche, come fosse sabbia umida. Mettete questa "sabbia" in una ciotola e con le vostre belle manine amalgamatevi dentro la philadelphia. In pochi secondi si formerà un impasto compatto e la ciotola dovrà risultare praticamente pulita, oleosa ovviamente, ma senza residui appiccicosi.
Formate delle palline e fatele riposare in frigo per qualche ora, o anche tutta la notte.
In questa fase i cake pops possono anche essere congelati e conservati per più di due mesi in freezer. All'occorrenza potrete uscirli la sera prima dell'utilizzo e saranno perfetti.


Una volta che le palline avranno riposato in frigo qualche ora, si può passare alla glassatura con le candy meltes, o cioccolato fuso.
Immergete la punta dello stecco nelle candy melts e poi infilzate ogni cake pop fino a metà circa. Nel tempo che impiegherete per completarli tutti, i primi fatti si saranno ben asciugati (specialmente se avrete usato le candy melts) e potrete passare alla glassatura completa. Intingete la pallina nel cioccolato fuso, squotetene via l'eccesso e mettetele ad asciugare.

Cosa sono le *Candy Melts?
Cosa?? Candy Melts? Vi spiego, sono pepite di un composto molto simile al cioccolato che vanno sciolte per permettervi di ricoprire il cake pop e che una volta solidificatesi mantengono stabile la tortina sullo stecco nel quale viene infilzata, dandole anche un ottimo sapore ... dolce!!
Eccole qua

Tra gl'ingredienti a fianco la denominazione Candy Meltes trovate il link per acquistarle on line e riceverle comodamente a casa, se poi siete della mia zona potete anche ritirarle in un magazzino a Mascalucia evitando le spese di spedizione. Purtroppo ancora non si trovano facilmente nei negozi di articoli per torte.

Vorrei aggiungere una piccola nota a proposito di queste pepite dolci. Questa per me era la prima volta che le provavo e, dopo aver letto parecchio sull'argomento (come sempre), ho trovato che non è poi così semplice INIZIALMENTE riuscire a scioglierle e a gestirle bene, ovviamente ci sono dei trucchetti!
Prima di tutto procuratevi del grasso vegetale come il Crisco, ecco la foto,

che potete trovare nello stesso negozio on line di prima, ovvero qui,  oppure dell'olio di semi (più semplice da reperire, ma mano efficace).
Nella confezione vi indirizzano un pò su come fare.
Le pepite si possono sciogliere sia al microonde che a bagno maria, ma con me il sistema "a bagno maria" non ha funzionato... affatto. Quindi ho messo tutto nel microonde e ho avviato una prima volta per 30 sec. Le ho uscite e le ho mescolate un pò e ho riavviato per altri 30 sec. e così via un pò di volte. Quando hanno iniziato a sciogliersi, ho iniziato ad aggiungere un cucchiaino di Crisco per volta per un totale di 4 cucchiaini (circa 60 gr).

FINALMENTE, una volta sciolte le pepite, versarele in un bicchiere a calice, o in un qualsiasi recipiente stretto e alto e prendete i cake pops dal frigo. Stecchi da cake pops (che trovate qui) alla mano, bagnatene la punta prima d' infilzare ogni pallina fino a metà.
Fate asciugare per qualche minuto in frigo nel caso in cui usate il cioccolato e poi intengete l' intera pallina nelle candy meltes facendo attenzione che la glassa copra anche una piccolissima porzione di stecco per assicurare il dolcetto più saldamente sullo stecco, fate scivolare via l'eccesso e appoggiate in un piatto se desiderate che abbiano l'aspetto della mia foto, ovvero a testa in giù, oppure infilzate lo stecco in un pezzo di polistirolo se volete che la pallina rimanga rotonda e liscia in tutta la sua superfice e lasciate asciugare (giusto pochi secondi).

A questo punto potete decorare i cake pops come desiderate, con zuccherini, con la pasta di zucchero, insomma come desiderate voi, spazio all'inventiva.


Questo libro è molto popolare "Cake Pops Bakerella", ora lo potete trovare anche nelle librerie italiane abbastanza facilmente e a poco prezzo. Vi troverete tante idee carine da cui prendere spunto per colorare la tavola per le feste e i compleanni dei vostri bimbi.

A presto e se avete dubbi mandatemi una mail e sarò felice di aiutarvi, bastacliccare in Contatti

Azzu

8 commenti:

  1. Ciao! complimenti per la ricetta e il blog! vorrei provare a farli e mi chiedevo: potrei sostituire il Crisco con della margarina o del burro? Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara, immagino di si,puoi sostituire il crisco con i burro, ma aggiungndolo sempre a piccole dosi cosi i puoi fermare in tempo se noti dei cambiamenti "dubbi"!

      Elimina
  2. Ciao complimenti per la ricetTa, ma volevo chiedere, posso sostituire la philadelphia con la Nutella per gli oreo?

    RispondiElimina
  3. Ciao complimenti per la ricetTa, ma volevo chiedere, posso sostituire la philadelphia con la Nutella per gli oreo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Raffaella, potresti provare, io non ho mai usato la Nutella. La consistenza tra le due è diversa quindi non saprei immaginare il risultato. Se provi però tienimi aggiornata, sono curiosa di sapere se riesce!

      Elimina
  4. Ciao vorrei provarli a fare anche io.. ma a forma di topolino.. se li incarto con il cellophane per cake pop.. quanto tempo prima posso prepararli? Il biscotto oreo non si secca?

    RispondiElimina
  5. Ciao vorrei provarli a fare anche io.. ma a forma di topolino.. se li incarto con il cellophane per cake pop.. quanto tempo prima posso prepararli? Il biscotto oreo non si secca?

    RispondiElimina
  6. Ciao, puoi farli il gg prima. Il biscotto si secca se non metti la quantità giusta di Philadelphia, se invece ne metti troppa diventa moscio!! In bocca al lupo.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Il mio pensiero

... grazie per essere passati a visitare il mio piccolo blog! Condividere è una bellissima esperienza.